Intrattenimento
2

Al cinema con 2 euro ogni secondo mercoledì del mese

2 settembre 2016
1296 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Al cinema con 2 euro ogni secondo mercoledì del mese

In base ad una spirale originata dall’abuso di materiale illecito online, il mercato relativo alla produzione cinematografica si è trovato stretto in un duplice tenaglia che ha imposto, da un lato, alle case produttrici di supporti “fisici” (come Dvd e Bluray) un abbassamento dei prezzi, utile a rendere attraenti prodotti facilmente reperibili su Internet a costo zero e dall’altro, la crisi totale delle sale cinematografiche, i cui costi di gestione degli spazi e del personale impiegato risultano difficilmente eliminabili, con conseguente aumento dei prezzi dei biglietti.

Dato che le sorti della nostra produzione cinematografica e della sua intrinseca qualità passano dalla proverbiale capacità di far cassa, perché il cinema non vive di sola emozione, fantasia e sovvenzioni pubbliche, il Minsitero della Cultura ha deciso di correre a ripari, nel tentativo di riavvicinare il grande pubblico al fascino delle sale buie mediante una promozione talmente significativa da sfiorare il livello di sottocosto.

cinema2day_emergeilfuturo

Per sei mesi a partire dal 14 settembre 2016 sarà infatti possibile acquistare un biglietto del cinema presso tutti gli esercizi convenzionati (vale a dire quasi tutti quelli presenti sul territorio italiano) a fronte di una spesa pari a soli 2 euro durante il secondo mercoledì di ogni mese (prezzo leggermente più alto per le proiezioni 3D), secondo gli schemi di un’iniziativa denominata “Cinema2day” che ha già riscosso un deciso consenso durante le varianti apportate nel corso delle scorse edizioni.

Presentata in pompa magna dal ministro Dario Franceschini nel corso della rassegna in corso di svolgimento a Venezia, la particolare promozione mira a riallineare la platea italiana con i livelli medi raggiunti negli altri Paesi membri dell’Unione e a sdoganare il cinema presso fasce di pubblico tradizionalmente poco avvezze al grande schermo, soprattutto in quell’ambito giovanile in cui i film vengono visionati il giorno stesso dell’uscita mediante il ricorso ad un computer e a siti che propongono il download o la visione in streaming senza costi.

Se nel corso della scorsa stagione l’iniziativa Cinema2Day è riuscita ad elevare il livello complessivo degli incassi di circa 11 punti percentuali, la nuova edizione mira su maggiori campagne informative per aumentare ancora la quota e spezzare così la duplice tenaglia legata alla pirateria online e costi dei supporti fisici resi (finalmente accessibili) dalla grossa crisi del mercato di riferimento.

 

[adrotate banner=”7″]

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi