Salute e Benessere
Like

Virus Zika: possibile allarme in Italia da maggio?

15 febbraio 2016
833 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Virus Zika: possibile allarme in Italia da maggio?

Mentre l’Italia guarda con apprensione all’epidemia in atto in America Latina, soprattutto a causa delle imminenti Olimpiadi di Rio e dei flussi turistici in atto dal nostro Paese, le autorità sanitarie nostrane si interrogano sulla portata potenziale del contagio, cercando di capire se la diffusione del virus Zika sia destinata a rimanere un fenomeno endemico oppure vada ad assumere contorni globali andando ad investire anche la Penisola.

Secondo l’opinione di numerosi virologi nostrani, pare infatti che la ripresa del normale flusso di zanzare, prevista a partire dal mese di maggio, possa condurre la temuta Aedes egypti ad intrufolarsi nel nostro Paese e a portare così il virus Zika anche da questa parte dell’Oceano, contribuendo a sdoganare una piaga che appare al momento limitata alle sole zone tropicali del Pianeta.

viruszikaitaliamaggio

Gli esperti osservano infatti che la pluralità e l’eterogenesi dei flussi turistici e migratori potrebbero presto favorire il ritorno della zanzara Aeds in Italia, dato che le cronache del secolo scorso ne attestano la presenza e che quindi le condizioni ambientali potrebbero risultare funzionali alla sopravvivenza dell’insetto anche lontano dai classici climi d’elezione.

Fermo restando che previsioni di simile natura restano molto spesso confinate la novero delle teorie e delle possibilità, un pontenziale arrivo del virus Zika in Italia non dovrebbe comunque destare particolari preoccupazioni, dato che la genesi di un vaccino atto a prevenire la patologia appare sempre più vicina e che l’esplosione di casi di microcefalia infantile legata al morso della zanzara appare tutt’ora da dimostrare e sempre meno evidente.

Sperando dunque che, in ogni caso, le previsioni dei virologi italiani si rivelino inesatte, l’auspicio è quello che la piaga venga confinata all’ambito dei ricordi in tempi rapidi, magari proprio i previsione di quei giochi olimpici che daranno vita ad enormi flussi turistici diretti verso il Brasile e ad un corrispondente carico di apprensioni e preoccupazioni.

 

[adrotate banner=”3″]

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi