Salute e Benessere
1

Yemen, epidemia di colera senza precedenti

26 giugno 2017
964 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Yemen, epidemia di colera senza precedenti

Mentre nell’occidente del mondo di discute, spesso senza senso, se sia meglio trascorrere una settimana in ospedale a lottare contro il morbillo o accusare quella lieve febbriciattola connessa con l’assunzione dei vaccini, esistono ampie aree del mondo in cui, non solo il lusso di queste discussioni non viene contemplato dall’ordine sanitario vigente, ma dove patologie ancor più ataviche del morbillo mietono una quantità di morti sterminata, per via dell’endemica assenza di misure profilattiche di riferimento, di cure adeguate e di basilari condizioni di igiene.

Accade così che in uno Yemen ancora alle prese con guerre, incubi terroristici, bombe e fallimenti economici si faccia registrare quella che le autorità sanitarie mondiale hanno definito come la “peggior epidemia del mondo”, per via di un ampissimo spettro di diffusione del colera e di un numero di vittime degno di un bollettino di guerra.

yeme colera

L’Oms e l’Unicef hanno infatti lanciato un disperato sulle tragiche condizioni di un paese che ha già assistito a 1300 decessi originati dal colera, 300 dei quali bambini e in cui, in assenza di un intervento concreto, le cifre sono destinate ad aumentare esponenzialmente, con oltre 5 mila nuovi casi di infezioni accertate su base quotidiana, per un totale attualmente attestatosi alla soglia di 200 mila contagi totali.

Originata dallo stesso conflitto che sta insanguinando lo Yemen, l’epidemia di colera si trova in diretta correlazione con il crollo di quelle basilari misure igieniche che avevano funto da scudo prima delle ostilità e che avevano consentito ad una nazione, non certo evoluta dal punto di vista sanitario, di tenere sotto controllo il numero delle infezioni riportate e di curare in modo meno approssimativo i soggetti colpiti.

I delegati di Unicef e Oms si augurano dunque, che oltre il naturale e scontato cordoglio per le vittime, il precario governo dello Yemen si muova rapidamente per ripristinare le condizioni sanitarie di base e che il cosiddetto occidente del mondo offra il suo aiuto, magari mettendo per un attimo in pausa le stucchevoli chiacchiere su morbillo e vaccini.

 

[adrotate banner=”6″]

 

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi