Scienza e Tecnologia
1

Birra, ecco l’imballaggio eco-sostenibile che nutre gli animali

23 maggio 2016
1184 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Birra, ecco l’imballaggio eco-sostenibile che nutre gli animali

Immediatamente associata all’immagine stessa del degrado marino e costiero, in virtù di quelle confezioni che vengono impunemente abbandonate in riva al mare da soggetti più o meno lucidi, la birra potrebbe trovare presto una rivalsa sull’immaginario collettivo, grazie all’ideazione di un nuovo imballaggio ecosostenibile che rende il suo potenziale abbandono decisamente meno funesto.

Un gruppo di ricercatori facenti capo ad una piccola azienda americana, la Saltwater Brewery, è infatti riuscito a sostituire i tradizionali anelli di plastica che uniscono le confezioni da sei lattine con un nuovo materiale completamente biodegradabile e persino commestibile per la fauna marittima, trasformando così quella che ad oggi è la principale fonte di inquinamento e di mortalità per i pesci in una risorsa in grado di favorire la ricomposizione dell’eco-sistema acquatico.

birrasaltwater_emergeilfuturo

Dopo aver analizzato nel dettaglio l’ampia casistica dei danni provocati da confezioni di birra impunemente gettate in mare ed aver scoperto l’esistenza di un vastissimo spettro di creature marine destinate a rimanere impigliate tra le ingannevoli maglie degli anelli, i ricercatori americani hanno dunque deciso di voler operare una sorta di risarcimento ai poveri pesci, riuscendo d ideare un materiale che possiede lo stesso grado di tenuta e resistenza della plastica, ma che si trova composto da derivati di orzo e grano, risultando così appetitoso per tutti quegli animali che si trovano a bazzicare i fondali marini o le rive costiere, tartarughe e gabbiani inclusi.

Dato il cospicuo investimento messo in campo dalla Saltwater Brewery per giungere all’ideazione del nuovo materiale compostabile, il prezzo finale del prodotto subirà una leggera maggiorazione e si porrà come esperimento globale per vagliare la disponibilità dei consumatori a contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, sperando magari un giorno di fare proseliti ad ogni latitudine del globo e di cancellare per sempre quel triste binomio che associa la birra all’immagine stessa del degrado ambientale e marittimo.

 

[adrotate banner=”13″]

Altri post che ti potrebbero interessare

Commenti disabilitati

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi