Scienza e Tecnologia
Like

Gas serra: emissioni in calo del 16% negli ultimi 23 anni

25 novembre 2015
815 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Gas serra: emissioni in calo del 16% negli ultimi 23 anni

Per quanto il fenomeno noto come riscaldamento globale e le catastrofi climatiche in atto ci portino legittimamente a supporre che l’umanità abbia raggiunto in questi anni i picchi relativi ad emissioni e gas serra, la realtà parla di danni prodotti a partire da epoche storiche ancora più ricche di inquinamento di quella attuale.

Stando a quanto emerge da recenti stime diffuse dall’istituto Ispra, pare infatti che solo in Italia, le emissioni di gas ad affetto serra siano decresciute del 16% nel corso degli ultimi 23 anni e che il trend positivo abbia generato un calo di emissioni quantificato nella misura di 84 milioni di tonnellate di Co2 e agenti inquinanti immessi nell’aria.

Se nel lontano 1990, quando l’idea di agire sulla riconversione degli impianti industriali e dei fumi di scarico appariva ancora una chimera, il quantitativo annuo di emissioni realtive ai gas serra raggiungeva la cifra record pari a 521 milioni di tonnellate, la lenta erosione del fenomeno ha spinto il nostro Paese a limitare il quantitativo totale a “sole” 437 milioni di tonnellate nel corso del 2013e pare inoltre che un’ulteriore flessione risulti dal censimento (ancora in corso) relativo al 2014.

Ad influire sula decrescita, ancora lontana da vedere la fine, ma comunque giunta a buon punto, vi è una pluralità di fattori che comprende: l’attenzione dell’opinione pubblica ai cambiamenti climatici in atto; l’avvento di una legislazione in grado di impedire abomini ambientali; la produzione di veicoli (taroccamenti esclusi) dalle potenzialità inquinanti ancora elevate, ma distanti dalle epoche segnate dalle vetture “Euro 0” o “Euro 1” e la genesi di un sistema di smaltimento dei rifiuti su larga scala in grado di impedire sprechi e combustioni indesiderate.

Il punto di svolta nel processo di riduzione delle emissioni si troverebbe, inoltre, in corrispondenza di quel fatidico anno 2008 in cui l’avvento della Crisi Economica impose uno stop forzato a numerose industrie e la ricerca di soluzioni dotate di minor impatto sui consumi e sull’ambiente circostante, soprattutto in ambito agricolo.

Prendendo atto dunque che i cambiamenti climatici in atto sono la conseguenza di decenni segnati dal malcostume e dall’incuria, non resta che sperare che riconversione prosegua inesorabile, portando il mondo sempre più distante da quel lontano apice in cui i gas serra rappresentavano lo standard produttivo più assoluto.

[adrotate banner=”7″]

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi