Scienza e Tecnologia
Like

Gear S2: ecco come Samsung reinventerà lo smartwatch

2 settembre 2015
767 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Gear S2: ecco come Samsung reinventerà lo smartwatch

L’assuefazione a componenti hi-tech e consimili è ormai divenuta talmente vasta e ossessiva da portare le maggiori aziende produttrici di samrtphone, tablet e laptop a ritenere che il grande pubblico avrebbe gioiosamente assorbito ogni novità introdotta sui mercati e che ogni bizzarra invenzione tecnologica si sarebbe rapidamente trasformata in un “must have” assoluto, a prescindere dalle intrinseche qualità dell’oggetto prodotto.

Il drammatico fallimento che ha coinvolto il comparto degli smartwatch, non risparmiando nemmeno Apple, ha invece dimostrato che l’utente medio non è più disposto a spendere cifre astronomiche per oggetti palesemente inutili ed esteticamente ripugnanti e che, per consentire l’effettivo decollo delle “tecnologie indossabili”,  tecnici e ingegneri di tutto il mondo si devono applicare decisamente un po’ di più.

Detto, fatto, Samsung ha deciso di intraprendere una nuova avventura nel mondo degli smartwatches, andando a ridisegnare e ripensare il suo modello Gear Se dando così avita ad un nuovo orologio hi-tech, molto più compatto e molto più gradevole alla vista dei potenziali acquirenti.

Il Gear S2 che si appresta a venire presentato ufficialmente a Berlino nella giornata di domani, 3 settembre, dispone infatti di forme e fattezze piuttosto accattivanti, in grado di strizzare l’occhio ai cultori degli orologi tradizionali, senza perdere troppo di vista quel versante tecnologico che differenzia l’oggetto da milioni di altri gioielli da polso.

Da un punto di vista tecnico, il Gear S2 monterà uno schermo da 1,2 pollici con tecnologia Amoled da 360 x 360 pixels, con conseguente densità e definizione dell’immagine ancora lontana anni luce dai parametri degli smartphone, ma più che sufficiente se si considerano le esigue dimensione del display tondeggiante.

Samsung Gear S2 disporrà inoltre di una connessione di tipo 3g in grado di rendere il dispositivo sempre connesso mediante l’adozione di una scheda sim apposita e un sensore di tipo Wi-fi che, in abbinamento al 3g renderanno l’orologio perennemente connesso alla Rete senza drammatiche interferenze dovute a scarso segnale o al suo utilizzo all’aria aperta.

Completano il parco applicazioni del dispositivo le immancabili app dedicate al fitness e al monitoraggio del battito cardiaco e il sistema Nfc che consente di trasformare lo smartwatch in unportafoglio virtuale in caso si decida di lasciare a casa il portafoglio fisico per dedicarsi a jogging e corsette al parco.

Samsung Gear S2 arriverà in Italia durante il mese di novembre e rappresenterà il primo embrionale tentativo di settore di fare leva sul grande pubblico mediante una sapiente opera di design, dal momento che a livello funzionale il dispositivo risulta essere ancora poca cosa e che il gigante coreano si è finalmente accorto che l’utente medio non è più disposto ad assorbire acriticamente ogni novità introdotta in ambito hi-tech.

[adrotate banner=”4″]

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi