Universo Bambini
1

Bambino di 7 anni morto per un otite, indagati medico e genitori

29 maggio 2017
6029 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Bambino di 7 anni morto per un otite, indagati medico e genitori

Il ridicolo dibattito sui vaccini in atto nel nostro Paese ha portato buona parte dell’opinione pubblica a credere che le patologie si dividano in base al loro essere “banali” o meno e che un po’ di morbillo qua e là e una punta di pertosse prima di andare a scuola, risultino assolutamente preferibili a quei tremendi vaccini che trasformano i nostri figli in una sorta di clone in miniatura di Dustin Hoffman, intento a contare le carte e a chiedersi “Chi gioca in prima base?” per tutto il resto della sua vita.

In realtà, le malattie di natura pediatrica non si dividono affatto in “serie” e “banali”, ma in “curate” e non “curate”, secondo uno schema che prevede l’impatto di una patologia non adeguatamente diagnosticata e curata alla stregua di una bomba pronta ad esplodere sul giovane organismo in fase di sviluppo.

indagato omeopata

Senza scomodare il morbillo (malattia molto più tremenda di quanto non si creda), è bastato il drammatico caso del bambino di 7 anni morto a causa di un’otite non curata (o di un’otite curata con l’omeopatia, che è la stessa cosa) per aprire gli occhi sul discrimine che separa la scienza dalla superstizione e la medicina vera dalle chiacchiere lette su internet.

Dato che la vicenda di cronaca, ormai tristemente nota ad ogni latitudine in virtù della sua risonanza mediatica, si è conclusa appunto con un povero bambino morto in quanto non curato e dato che non curare un minore è fortunatamente ancora un reato, persino in epoca di relativismo sanitario, i genitori del piccolo e il medico omeopata che aveva sconsigliato l’uso di antibiotici sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio colposo.

Probabilmente destinata a concludersi senza pene detentive vere e proprie, la vicenda ribadisce ancora una volta come la medicina vera sia l’unica disciplina in grado di stabilire quale sia la cura adatta per ogni patologia e a quali misure profilattiche sia necessario sottoporre i nostri figli per evitare patologie tutt’altro che banali e gradevoli.

 

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi