Universo Bambini
1

Hector, ecco l’orsetto contro il fumo passivo

26 maggio 2017
2352 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Hector, ecco l’orsetto contro il fumo passivo

Da circa un anno è entrata in vigore una norma in Italia che punisce severamente tutti quei genitori che fumano in macchina in presenza di minori, dato che gli effetti del fumo passivo sull’organismo dei bambini sono ben lungi dall’essere una chimera allarmistica e che l’inalazione di microparticelle tossiche può incidere seriamente sulla costituzione delle vie respiratorie dei bambini, generando l’insorgenza di fenomeni asmatici e favorendo lo sviluppo di reazioni allergiche latenti.

Se impedire ad un soggetto adulto di fumare sarebbe una violazione inaccettabile dei suoi diritti e un atto controproducente, si può almeno cercare di sensibilizzare i genitori sui rischi connessi con il fumo passivo, di modo da spingerli ad accendersi sigarette, sigari e pipe lontano dalla bocca e dalle narici dei loro figli, magari in giardino, in terrazzo o in un qualunque luogo aperto dove l’assenza di muri impedisce l’effetto “camera a gas” che si genera nei luoghi chiusi.

orsetto fumo bambini

Giusto per dissuadere i potenziali inquinatori dal protrarre le loro malefatte ai danni dei più piccoli, la casa farmaceutica Roche ha da poco messo in commercio un particolare orsetto, denominato Hector, che tossisce non appena entra in contatto con il fumo passivo, rivelando una presenza di microparticelle nocive all’interno dell’ambiente superiore a quella che un bambino può tollerare.

Realizzato con la collaborazione dell’associazione Walce (Women against lung cancer in Europe) e della nota azienda produttrice di peluche Trudi, Hector the Protector Bear mira a sensibilizzare quell’ampia area grigia legata al fumo domestico che prevede, solo nel nostro Paese, il 12% dei bambini esposto ai pericoli derivanti dal fumo passivo e costretto a convincere con almeno un genitore che fuma abitualmente tra le mura domestiche.

Una serie di ricerche, ormai cementate dal tempo, ha mostrato come l’esposizione al fumo passivo nei minori non rappresenti solo il detonatore di patologie infantili, coma le sopracitate allergie, ma si ponga come il movente per il rapido sviluppo di tutte le problematiche di salute che generalmente investono i tabagisti adulti, per via di una conformazione delle vie aeree in grado di assorbire a fondo tutto quanto transita in prossimità delle narici, soprattutto se in un luogo chiuso o all’interno di quelle camere a gas su quattro ruote da poco vietate.

 

[adrotate banner=”4″]

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi