Universo Bambini
1

Partorisce in coma e si risveglia al termine del travaglio

14 aprile 2017
3509 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Partorisce in coma e si risveglia al termine del travaglio

Anche a fronte delle più moderne tecniche ostetriche e ginecologiche, le cronache planetarie continuano tristemente ad abbondare di casi legati a decessi occorsi durante il parto, dovuti principalmente ad un pregresso quadro clinico della partoriente, non adeguatamente vagliato, oppure a quell’assenza di accortezza da parte dei medici che porta a confondere un intervento di routine con una semplice passeggiata all’aria aperta.

Diffuso principalmente in paesi in cui il livello di assistenza medica è ancora lontano dal raggiungere gli standard “occidentali”, il fenomeno ha trovato il suo lieto corrispettivo nella notizia, proveniente dall’Argentina, di una donna “risorta” a seguito di un parto ed uscita dalla duratura condizione di coma nella quale era precipitata proprio grazie al lieto evento, compiutosi senza alcuna forma di complicazione per il feto anche in presenza di palesi condizioni ostili.

partocoma_emergeilfuturo

Alla giovane Amelia, poliziotta argentina, era infatti occorso un drammatico incidente proprio mentre si trovava in servizio e proprio mentre aveva appena appreso di trovarsi incinta, abbinando la gioia relativa al lieto evento con il carico di terrore derivante da un lavoro così soggetto a rischi e da alcuni oscuri presagi che Amelia sostiene di aver avuto subito dopo aver effettuato la prima visita ginecologica atta a confermare il concepimento.

Rimasta in stato vegetativo per cinque lunghi mesi, la donna è comunque riuscita a far crescere la piccola vita dentro di lei grazie al supporto costante dell’equipe medica di riferimento, sempre in prima linea nel valutare il quadro clinico del piccolo e nel cercare di sopperire alle carenze alimentari mediante il doveroso nutrimento apportato per via artificiale e mediante quelle cure in grado di portare il feto al suo pieno compimento.


Proprio quando il travaglio è andato a buon fine e le apprensioni di amici e parenti si riversavano sul piccolo Santino, nato senza problematiche di sorta, si è compiuto il piccolo miracolo che visto Amelia risvegliarsi dal coma per abbracciare suo figlio e per mostrare al mondo come i casi di malasanità rappresentino un’eccezione a fronte di un evento che conferisce la vita in un’accezione mai così poco metaforica.

 

[adrotate banner=”6″]

 

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi