fbpx
Salute e Benessere
Like

Nasce la banca del latte materno per i bambini prematuri

11 aprile 2016
959 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Nasce la banca del latte materno per i bambini prematuri

A dimostrazione di quanto la Vita tenda spesso a disinteressarsi dei parametri che fissano al sua conservazione, ogni anno un numero enorme di bambini “decide” di nascere in anticipo sulle tempistiche che fissano il corretto sviluppo dell’organismo all’interno del grembo materno, con il risultato di un piccolo esercito di bambini prematuri più esposti ai pericoli relativi alla loro sopravvivenza e spesso sprovvisti di quel latte materno che può garantire loro sviluppo e salvezza.

Per far fronte ad un’emergenza che solo in Italia coinvolge circa 35 bambini ogni anno, è sorta a Milano la prima banca del latte materno, all’interno della quale vengono conservate le donazioni provenienti da madri in grado di produrre il prezioso alimento in abbondanza e dove viene garantita la possibilità di reimpiegare il latte per consentire lo sviluppo di tutti quei bambini prematuri che si trovano a rischio per via della loro intrinseca fragilità corporea.

bnacalattemangiagalli_emergeilfuturoFrutto di un’iniziativa voluta e sviluppata dalla Clinica Mangiagalli-Ospedale Policlinico di Milano, la particolare banca è stata denominata “Nutrici” e basa il suo funzionamento su un’accorta opera di pastorizzazione del latte in eccesso che consente la conservazione del prodotto e che lo rende adatto alle specifiche esigenze nutrizionali dei bimbi prematuri.

In sostanza, ogniqualvolta giunge alla banca un campione di latte per iniziativa di un privato cittadino, i biologi che operano all’interno della clinica meneghina provvedono ad esaminare il latte, a pastorizzarlo e conservato in appositi freezer che consentono al tenuta dei principi nutritivi di fronte al passare del tempo, in attesa che si registri un’emergenza post natale tale da portare allo scongelamento del quantitativo e alla sua messa a disposizione del bambino che necessita di venire allattato.

L’iniziativa milanese dimostra ancora una volta quanta solidarietà e ingegno possano risultare funzionali alla salvezza di vite umane, persino in caso quella stessa Vita tenda malauguratamente ad infischiarsene delle tempistiche e dei parametri congeniali garantire la sua sopravvivenza sul pianeta Terra.

[adrotate banner=”6″]

Commenti disabilitati

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi