fbpx
Scienza e Tecnologia
Like

Instagram: pubblicità in arrivo anche in Italia

10 Settembre 2015
1101 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Instagram: pubblicità in arrivo anche in Italia

Generalmente, quando capita di imbattersi in un sito piuttosto accattivante e completamente privo di pubblicità sotto forma di inserzioni, pop-ups o banners, si comincia a credere nell’esistenza di Babbo Natale oppure, in alternativa, a sospettare la presenza di qualche messaggio subliminale in grado di plagiare la nostra mente, abilmente nascosto tra le pieghe del dominio interessato.

I milioni di utenti che hanno popolato Instagram fino ad oggi senza trovarci un solo grammo di pubblicità, potranno dunque tirare un sospiro di sollievo nell’apprendere che il popolare sito non era frutto di qualche oscuro disegno rivolto al controllo delle menti, né tanto meno l’opera di qualche buon anima desiderosa di mettere in contatto persone di tutto il mondo senza cavarne un dollaro.

A partire da oggi, il social network dedicato al mondo della fotografia, ha infatti deciso di consentire libero accesso alla pubblicità, andando ad introdurre quelle inserzioni sponsorizzate che rappresentano ormai l’anima del commercio online e che consentono di remunerare gli sforzi compiuti molto più di quanto non avvenga attraverso valutazioni ipotetiche legate al numero di utenze e visite.

La novità al via in 29 paesi, Italia compresa, segue la scia di quanto accaduto per Facebook (azienda proprietari di Instagram) e Tiwtter e prevede la creazione di post dall’intento marcatamente commerciale celati ad arte tra le comuni immagini postate dagli utenti del sito, puntando così su quel fattore vincente cheintegra armoniosamente la pubblicità con i classici contenuti del sito.

Agli inserzionisti verrà inoltre offerta la possibilità di caricare video della durata pari a 30 secondi, a fronte dei 15 concessi agli utenti, di modo da ribadire subito quali siano le priorità di Instagram e chi comandi davvero in casa Zuckerberg.

Dopo l’esperimento tentato con successo in otto nazioni, Instagram giunge dunque a sdoganare la pubblicità su base planetaria (o quasi), rendendo pienamente consapevoli i suoi fruitori della mancata esistenza di babbo Natale e di siti piuttosto accattivanti creati con il solo intento di rendere felici i visitatori e portare un po’ di gioia nel mondo.

 [adrotate banner=”7″]