Salute e Benessere
3

In arrivo il vaccino tramite cerotto

30 giugno 2017
20996 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
In arrivo il vaccino tramite cerotto

Una volte svuotate le ormai annose discussioni sui vaccini e sul loro (di fatto risibile) potenziale nocivo, il principale deterrente alle vaccinazioni, per adulti e bambini, è rappresentato dalla presenza di quegli aghi che suscitano ataviche ed irrazionali paure nel genere umano dal giorno stesso in cui la prima goccia di sangue fu versata, provocando svenimenti e giramenti di testa ad ogni latitudine.

Se sul versante legato ad autismo ed altre malattie fantastiche, le principali istituzioni sanitarie si trovano da tempo intente a combattere una sontuosa battaglia a suon di campagne informative e corrette nozioni, una recente invenzione potrebbe presto far cadere in disuso anche aghi e siringhe, quantomeno sul versante legato alle misure profilattiche rivolte alla classica influenza stagionale.

vaccino cerotto

Una recentissima ricerca condotta dalla Emory University e pubblicata sull’autorevole rivista di settore Lancet ha infatti mostrato come esista una sorta di eguaglianza funzionale tra la somministrazione del vaccino mediante siringa e la sua inoculazione tramite cerotto e come risulti dunque possibile far assorbire all’organismo umano i medesimi agenti tramite il semplice contatto con l’epidermide, senza il bisogno di aghi e fuoriuscite di fluido ematico.

Basato sulla presenza di un centinaio di micro-aghi, non in grado di produrre i classici buchi nel tessuto epidermico (rimanendo ancorati alla sua parte più superficiale), il cerotto “vaccinale” è infatti stato testato con successo su un gruppo di 100 volontari non vaccinati mostrando risultati identici, in termini di immunizzazione, a quelli prodotti a partire dalle siringhe, con meno effetti collaterali e minor quantitativo di irritazioni cutanee.

Attualmente testato, come premesso, solo in ambito di prevenzioni anti-influenzale, il cerotto potrebbe presto divenire la costante per ogni misura profilattica, facendo così cadere quell’atavico deterrente che ancora oggi insinua terrore in adulti e bambini alle prese con le vaccinazioni di rito.

 

[adrotate banner=”6″]

 

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi