Pet's Amore
Like

Via libera agli animali domestici in corsia di ospedale

4 settembre 2015
899 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Via libera agli animali domestici in corsia di ospedale

Le lunghe degenze comportano generalmente un enorme quantitativo di preoccupazioni legate al proseguo della vita domestica che si è stati costretti ad abbandonare e che influisce sull’umore complessivo dei malati, spesso costretti a domandarsi incessantemente quali siano le effettive condizioni di salute dei propri animali domestici, costretti ad un distacco forzato e duraturo dai loro amati padroni.

Con l’intento di ovviare al problema e di favorire il recupero, prima ancora psicologico che fisico, dei lungo-degenti, l’Ospedale di Treviglio, in provincia di Bergamo, ha deciso di spalancare le porte delle sue corsie a cani, gatti e conigli, finalmente liberi di fare visita ai loro padroni e di trattenersi in stanza per tutto il tempo necessario, seppur con alcune piccole limitazioni di sorta, imposte dal buon senso e dalle basilari prassi igieniche.

Previa compilazione di un apposito modulo ed ottenimento del consenso del proprio vicino di letto, risulterà infatti possibile consentire l’accesso di animali domestici di qualunque stazza e natura all’interno di tutte le sezioni che compongono l’Ospedale di Treviglio, fatta ovviamenteeccezione per sale operatorie, reparti di ostetricia, rianimazione e tutti i locali in cui la presenza di un quadrupede potrebbe rivelarsi fatale alla sopravvivenza del paziente.

L’idea è venuta ai responsabili dell’Azienda Ospedaliera di Treviglio per consentire ai lungodegenti di alleviare le problematiche legate al distacco dai propri animali domestici e per garantire una maggiore tutela degli stessi quadrupedi, spesso in sofferenza di fronte al temporaneo abbandono e costretti anch’essi a periodi bui senza l’affetto dei loro amici in forma umana.

L’apertura di porte e corsie voluta dall’Ospedale di Treviglio pare inoltre essere l’embrionale punto di avvio di un più ampio sdoganamento, attualmente in fase di discussione presso la Regione Lombardia, che prevederà entro breve l’obbligo di lasciare libero accesso agli animali da compagnia all’interno di tutti locali pubblici con regole variabili a seconda della tipologia di esercizio, ma senza più divieti assoluti e restrizioni di sorta.

Con la speranza che l’iniziativa bergamasca produca proseliti ben oltre i confini della Lombardia, non resta che salutare con entusiasmo una delle molte trovate volte a tutelare la salute di uomini e animali e ad alleviare quel quantitativo di preoccupazioni che accompagna le lunghe degenze ospedaliere, già dense di ansie e angosce per definizione.

[adrotate banner=”6″]

Altri post che ti potrebbero interessare

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi