fbpx
Salute e Benessere
1

Ideato un vaccino anti-colesterolo, attualmente in fase di test

21 Giugno 2017
887 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Ideato un vaccino anti-colesterolo, attualmente in fase di test

Se l’esperienza clinica più comune insegna che l’organismo umano risulta in grado di difendersi dalle aggressioni esterne mediante il ricorso a quei vaccini che consentono di immunizzare il corpo contro batteri e virus, andando a scrivere una sorta di impronta storica utile al riconoscimento della minaccia, qualcosa di analogo potrebbe essere tentato per impedire la genesi di patologie e squilibri autoctoni, non vincolati cioè ad agenti esterni, ma legate a doppio filo con i prodotti di scarto generati dal nostro metabolismo.

Dopo la genesi di embrionali vaccini anti-cancro, dall’impiego terapeutico e non preventivo, ecco dunque che un gruppo di ricercatori facenti capo all’azienda farmaceutica tedesca AFFiRis sta tentando di rivoluzionare l’approccio all’eccesso di colesterolo LDL nel sangue, mediante l’ideazione di un vaccino che aiuta l’organismo a ripulirsi dai perniciosi detriti e ad evitare così di cadere vittima di quei danni vascolari che si rivelano spesso fatali se destinati a sedimentarsi nel tempo.

vaccino contro colesterolo

Nel dettaglio, il vaccino anti-colesterolo, spingerebbe l’organismo in direzione di una sovrapproduzione di anticorpi finalizzati a debellare l’azione di  PCSK9 (Proproteina covertasi subtilisina/kexina tipo 9); enzima che si pone da ostacolo ai normali processi metabolici, andando ad impedire l’opera di pulizia del sangue ed rallentando la piena eliminazione del colesterolo LDL in eccesso.

Testato su un gruppo di cavie da laboratorio, il vaccino denominato AT04A ha già mostrato risultati stupefacenti, andando a produrre una riduzione pari al 53% del colesterolo totale nell’organismo dei topi e limando il danno vascolare originato a partire dallo stesso colesterolo con punte statistiche pari al 64%.

Conclusa, come da prassi, la fase di test sul regno animale, il vaccino descritto dall’autorevole rivista European Heart Journal verrà ora impiegato in test sull’uomo, volti a capire se risulta possibile raggiungere simili coefficienti di efficacia e se il versante legato a vaccini e misure profilattiche è finalmente maturo per uscire dal novero della lotta ad agenti patogeni in cui è stato confinato per decenni.

 

[adrotate banner=”4″]