fbpx
Salute e Benessere
1

Influenza stagionale: entro Natale un milione di soggetti colpiti

23 Dicembre 2016
1373 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Influenza stagionale: entro Natale un milione di soggetti colpiti

Tutti coloro che hanno trascurato ed ignorato l’invito alle vaccinazioni contro l’influenza stagionale si accorgono come d’incanto che all’approssimarsi del Natale corrisponde il rischio che il diabolico virus possa compromettere il meritato riposo festivo e decidono spesso di correre ai ripari quando i buoi hanno già lasciato la stalla e l’influenza galoppa veloce (sempre per restare in tema di fattorie) verso quella massima incidenza epidemica che viene definita picco stagionale.

A poche ore dalla vigilia di Natale, le stime emanate dall’osservatorio tematico Influnet parlano infatti di un numero di soggetti contagiati già in grado di toccare le 900 mila unità e di un’ascesa di incidenza verificatasi proprio nel corso della settimana che precede le feste, con una diffusione virale pari a 4,25 casi per mille assistiti durante la settimana corrente, in cui sono state ampiamente doppiate le misure relative alla scorsa annata, quando la concomitanza di un clima non proprio rigido e di quattro ceppi virali non proprio virulenti diedero vita ad una stagione influenzale decisamente sotto tono.

influenzanatalemilione_emergeilfuturo

Se la progressione dovesse seguire il trend attuale, ne conseguirebbe che circa 1,2 milioni di italiani si troverebbero costretti a trascorrere il giorno di Natale a letto, oppure, in alternativa, ad imbottirsi di paracetamolo e ibuprofene per poter presenziare al pranzo in famiglia e alla tremenda tombolata che spesso segue all’abbuffata dell’avvento.

In caso rientriate nel novero di coloro che sono riusciti a farla franca e ad eludere l’aggressione virale, magari mediante il ricorso a quella serie di precauzioni che prevedono un elevato consumo di vitamina C e il lavaggio frequente delle mani, l’osservatorio Influnet informa che sarà comunque possibile fugare gli ultimi timori mediante il ricorso alla vaccinazione, dispensata in modo gratuito dalle Asl di riferimento fino al termine dell’anno corrente e dunque fruibile senza l’odioso onere di mettere mano al portafoglio per ottenere qualcosa che si trovava ad essere gratis fino al giorno prima e che un eccesso di confidenza aveva portato ad ignorare e trascurare.

 

[adrotate banner=”3″]