fbpx
Salute e Benessere
1

Vaccini: pediatri italiani uniti contro le bufale

26 Aprile 2016
1320 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Vaccini: pediatri italiani uniti contro le bufale

Nonostante le origini della arcinota bufala che collega le vaccinazioni infantili all’autismo siano ormai note e i responsabili siano stati smascherati a più riprese, purtroppo, come sovente accade per le dicerie, i timori dei genitori a riguardo permangono e con essi quel calo di copertura vaccinale che rischia di esporre la Penisola al ritorno in auge di patologie che si ritenevano scomparse a seguito dell’adozione delle misure profilattiche del caso.

Per promuovere il ricorso alle vaccinazioni e sfatare le numerose bufale che ammantano il web, è iniziata la Settimana dedicata alla corretta informazione medica, promossa dall’Oms, il cui obiettivo dichiarato è quello di restituire ai genitori la tranquillità perduta e il cui nemico sono le infinite leggende metropolitane che prevedono i vaccini alla base di oscure patologie prive di nome o diagnosi.

vaccinibufale_emergeilfuturo

Come ricordato dalla Società Italiana Pediatria (Sip), per consentire il progresso di una corretta informazione medica è utile in prima istanza sapere che i vaccini non contengono sostanze pericolose e che persino il mercurio, letimotiv della controinformazione, è stato bandito dalle leggi comunitarie ormai da tempo immemore.

Affinché non si reputi la profilassi vaccinale come inutile o inefficace, occorre inoltre sapere che numerose patologie virali ormai sopite non sono biologicamente estinte, ma solo lenite nella loro incidenza dalle vaccinazioni e dunque, un qualunque calo di attenzione potrebbe condurre in direzione di un loro ritorno in pompa magna.

Tra le numerose dicerie che circondano il mondo dei vaccini, persiste inoltre, quella che prevede una totale copertura del soggetto di fronte agli agenti virali una volta effettuata la vaccinazione; leggenda che oltre a non corrispondere (purtroppo) al vero, conferisce l’idea che non vaccinare i propri figli comporti uno scarso carico di responsabilità verso il prossimo.

Dulcis in fundo, la Sip ha ovviamente sottolineato come le vaccinazioni non producano affatto l’insorgenza dell’autismo; cosa talmente nota da risultare quasi incredibile in un mondo dove le dicerie sopravvivono ai loro ideatori e alle loro solenni smentite.

 

[adrotate banner=”7″]

Commenti disabilitati