fbpx
Scienza e Tecnologia
1

Facebook, ecco i post colorati e i live audio

22 Dicembre 2016
1234 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Facebook, ecco i post colorati e i live audio

La potenza commerciale di un determinato marchio o logo risiede anche nella capacità di identificare l’azienda di riferimento con una gamma cromatica ben precisa, di modo che il fruitore sarà immediatamente portato a ricondurre un logo bianco e rosso, ad esempio, alle insegne della Marlboro, un’effige gialla su sfondo bianco al simbolo del Mc Donald’s e il dualismo cromatico bianco e blu alle tonalità dominanti su Facebook.

Dando ormai per scontato il raggiungimento di un bacino d’utenza talmente ampio da consentire eccezioni e divagazioni, il social network ideato da Mark Zuckerberg mira ora ad ampliare i colori di riferimento presenti sul sito, andando ad introdurre una funzione che consente agli utenti di colorare i loro post per dar loro maggiore visibilità o un più intenso risalto emotivo a fronte del messaggio trasmesso.

facebookliveaudio_emergeilfuturo

Inizialmente non disponibile per foto, link, contenuti video, la nuova funzione in arrivo a partire dal 2017 consentirà infatti all’utente di denotare i propri post testuali scegliendo una specifica colorazione gialla, rossa, viola o nera, di modo da sottolineare la gamma emotiva connessa con l’intenzione alla base della stesura testuale.

Disponibile inizialmente solo per Android, per poi approdare in seguito su iOS e sulla variante desktop del sito, l’opzione si accompagnerà ad un’ulteriore piccola rivoluzione che vedrà l’introduzione di appositi live audio, finalizzati a consentire autentiche “dirette radio” in sostituzione o in aggiunta agli streaming video già introdotti nel corso dell’ultimo anno.

Al momento prevista solo per gli editori, la novità consentirà di condurre narrazioni in tempo reale facendo leva solo sul sonoro, rendendo così agevole la produzione di una narrazione lunga e articolata al posto di un breve filmato o di un post testuale dalla complessa fruizione legata alla sua specifica lunghezza.

Attraverso una lenta modalità di distribuzione, il 2017 vedrà dunque Facebook cimentarsi con una complessa svolta, finalizzata ad ampliare ancora le potenzialità connesse con le condizioni emotive degli utenti e al superamento di quell’iconico dualismo cromatico, accantonato in virtù di una “ragion di stato” che prevede il cambiamento alla stregua di un movente per la permanenza sul sito.

 

[adrotate banner=”3″]