fbpx
Scienza e Tecnologia
1

IPhone e il mistero delle batterie che si spengono all’improvviso

29 Novembre 2016
1080 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
IPhone e il mistero delle batterie che si spengono all’improvviso

Escludendo le convulse fasi politiche con le quali si trova alle prese in pianeta terra, il 2016 passerà probabilmente alla storia come l’anno in cui la ricerca tecnologica globale si è finalmente resa conto di quanto le batterie montate sui dispositivi mobili non rappresentino una semplice componente opzionale, ma il cuore pulsante degli stessi dispositivi, dalla cui tenuta dipendono enormi successi o clamorosi fallimenti commerciali.

Dopo che Apple aveva assistito con un pizzico di gioia al naufragio del rivale Samsung, alle prese con batterie in grado di provocare l’esplosione degli ormai celeberrimi Galxy Note 7, pare infatti che qualche grana relativa al comparto dell’alimentazione abbia iniziato a fare la sua timida comparsa anche dalle parti di Cupertino, incarnandosi in alcuni misteriosi malfunzionamenti delle batterie montate sui dispositivi della Mela e in repentini fenomeni da spegnimento che hanno lasciato sconcertati gli utenti di iPhone.

batteriaios_emergeilfuturo

Stando a quanto riportano numerose fonti online, divenute virali grazie al consueto tam tam mediatico originato da Twitter, pare infatti che un cospicuo novero di acquirenti dei prodotti Apple abbia notato che i dispositivi si spengono improvvisamente quando l’indicatore di carica raggiunge il 30% del totale, salvo poi riaccendersi e recuperare la carica residua non appena vengono collegati all’alimentazione.

La ragione dell’arcano dovrebbe risiedere (condizionale d’obbligo) in un bug presente nell’ultima versione di iOS, la 10.1 che impedisce al dispositivo di leggere correttamente le informazioni trasmesse dalla batteria e che scambierebbe, per tanto, la soglia residua con la fine della carica, mettendo in atto quello spegnimento forzato che si pone come meccanismo di salvaguardia di fronte all’improvviso esaurimento delle scorte energetiche.

In caso dunque la problematica risulti davvero riconducibile ad un errore del software e vada ad escludere difetti su larga scala presenti nella progettazione della componentistica hardware, è molto probabile che il rilascio di iOS 10. vada a sopperire alla lacuna e a fare tirare un sospiro di sollievo a quella stessa Apple entrata suo malgrado in punta di piedi nell’anno delle batterie proprio quando riteneva che i principali nemici si fossero già autoeliminati.

 

[adrotate banner=”5″]