fbpx
Scienza e Tecnologia
Like

La polizia scende in campo contro il cyberbullismo

11 Febbraio 2016
1134 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
La polizia scende in campo contro il cyberbullismo

Una volta spogliato dell’agghiacciante versante morale e piscologico, il fenomeno legato al cyberbullismo si compone di una sfera giudiziaria pienamenter determinata da conseguenze di natura penale e la denuncia vero i molestatori del web non è solo un’opzione possibile, ma un atto doveroso in ottica di prevenzione.

Proprio per far comprendere alle vittime la portata dal fenomeno criminale e per aprire una breccia nel muro di omertà e vergogna, la Polizia Postale ha voluto celebrare l’internet Safer Day mettendo in campo una serie di iniziative e di incontri tematici che animeranno la Penisola fino al giorno in cui la piaga diventerà un mero ricordo da ascrivere ai malcostumi di inizio millennio.

cyberbullismopoliziapostale

Da Enna a Gorizia, passando per la Carta dei diritti di Roma, la polizia ha già fatto il suo ingresso nelle scuole italiane per parlare agli alunni di quali siano le modalità e le conseguenze del cyberbullismo, portando a conoscenza dei più giovani l’esistenza di strumenti legislativi volti a tutelare i più deboli, laddove istituzioni e controllo genitoriale sono venuti meno e il ricorso alla giustizia si configura come una extrema ratio.

Per una volte unite verso l’obiettivo comune, maggioranza ed opposizione hanno concordato sulla necessità di giungere al più presto ad un disegno di legge che regoli in modo più specifico l’ambito criminale associato a molestie, vessazioni, bullismo, pedofilia e adescamento sul Web, di modo da creare una categoria giuridica apposita per i reati condotti attraverso il filtro dello schermo e andare a limare quella pretesa di impunità che anima tutt’ora i cyberbulli.

Invitando le vittime di cyberbulli rivolgersi alla autorità competenti senza temere derisioni o discriminazioni di sorta, ricordiamo a tutti gli aspiranti molestatori che le angherie online non sono un gioco o un palliativo alla noia, ma un vero e proprio reato, con tutte le conseguenze che esso comporta.

 

[adrotate banner=”3″]