fbpx
Scienza e Tecnologia
Like

Vodafone estende la copertura 4G alle principali località sciistiche

24 Dicembre 2014
1022 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Vodafone estende la copertura 4G alle principali località sciistiche

Secondo le stime recentemente diffuse da Fedaralberghi, la stagione invernale che si appresta a partire in concomitanza con le vacanze natalizie, più che lasciar presagire l’inizio di un periodo sereno all’insegna delle settimane bianche, pare tristemente destinata ad essere ricordata per un susseguirsi di settimane nere che costringeranno oltre 48 milioni di Italiani a rimanere a casa, 30 dei quali a causa di problematiche di natura economica.

A fianco di una schiera, mai così ampia, di Italiani rintanati forzatamente tra le mura domestiche, la popolazione dei vacanzieri irriducibili risulta invece orientata, come da tradizione, in direzione di quelle località sciistiche che rappresentano una delle eccellenze nostrane a livello mondiale e che si arricchiranno quest’anno della presenza di una copertura di rete di tipo 4G destinata a porsi come ulteriore incentivo per tutti color che sono ancora amleticamente indecisi se partire o non partire.

Dal momento che le nostre ferie hanno sempre più preso a far rima con la volontà di essere connessi anche nel cuore di un atollo al largo delle Hawaii o sulle cime innveate dell’Everest, Vodafone ha deciso di estendere l’avveniristico segnale di rete 4G e 4G+ anche alle principali località sciistiche italiane, consentendo così un accesso alla rete rapido ed efficiente anche a seguito di una discesa libera o nel bel mezzo di uno slalom gigante.

Tra le 100 località tempestivamente coperte dal segnale Vodafone, non mancheranno logicamente le più rinomate stazioni sciistiche italiane, tra le quali spiccano (in ordine sparso): Courmayeur, Cortina, Corvara, Ortisei, Pinzolo e Madonna di Campiglio, dove è già possibile navigare tramite smartphone o tablet alla velocità di 225 mega al secondo.

L’ampissimo raggio di della copertura 4G e 4G+ è stata resa possibile da un lungimirante piano di investimenti (denominato Piano Spring) messo in atto dal colosso delle telecomunicazioni con un discreto margine d’anticipo sulla concorrenza, che prevede di riuscire a coprire con il segnale il 77% del territorio italiano entro la primavera 2015 (da qui il nome) a fronte di un investimento stanziato pari 3,6 miliardi di euro.

In attesa che gli altri gestori di telefonia mobile corrano ai ripari, favorendo una rapida riconversione al 4G, i clienti di Vodafone potranno beneficiare della simpatica sorpresa sotto l’albero, utile magari a convincere gli irriducibili del lavoro a partire per qualche giorno potendo svolgere le comuni mansioni d’ufficio dall’alto delle cime innevate e concedendo così un minimo respiro a loro stessi e a quella Federablerghi martoriata dal susseguirsi di settimane sempre più nere.

[adrotate banner=”3″]