fbpx
Motori
2

Ford: in arrivo le vetture senza conducente

16 Settembre 2016
2072 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Ford: in arrivo le vetture senza conducente

Dando ormai per scontato che il comparto relativo alle automobili prive di conducente andrà a rappresentare nell’immediato futuro la vera sfida del settore automobilistico e che tutti i colossi, preso tardi, daranno vita ad una serie di vetture dedicate, resta da capire chi riuscirà a mettere a punto il progetto più convincente e a realizzare prototipi magari senza l’ausilio di Google, Tesla o delle altre società che hanno già preso pionieristicamente parte all’avventura.

Stando alle parole di Bill Ford, nipote del fondatore dell’azienda, pare che la casa americana si trovi già al lavoro per dare vita ad un’ampia gamma di vetture a guida autonoma e che entro il 2021 inizierà la riconversione in casa Ford alla mobilità 2.0, percepita dallo stesso Presidente della casa alla stregua di una seconda rivoluzione industriale in campo automobilistico.

fordsenzaconducente_emergeilfuturo

A detta di Ford, l’avvento di vetture prive di conducente non sarà infatti che il preambolo ad un revisione globale del nostro approccio complessivo alla mobilità e della ricerca di soluzioni alle problematiche connesse con traffico ed ingorghi stradali, percepiti ormai dalla maggior parte dei fruitori alla stregua di una calamità in grado di riverberarsi sulla qualità delle loro vite e sul quantitativo di tempo da destinare ad altro.

Attualmente limitate ad una trentina di esemplari, le vetture prive di conducente prodotte da Ford saranno al entro di un maxi-investimento da parte della casa per il prossimo anno e dovrebbero vedere la luce in via definitiva (sempre che i codici stradali lo consentano) per il sopracitato anno 2021; data fissata dallo stesso Ford come punto di svolta della gigantesca rivoluzione incentrata sulle componenti legate alla guida autonoma, allo sviluppo di propulsori elettrici e alla sempre crescente interazione tra le vetture e i dispositivi hi-tech di uso comune.

In attesa di assistere alla realizzazione di un progetto che appare sulla carta fin troppo ambizioso, il guanto di sfida lanciato da Ford alla concorrenza rappresenta forse il più grande passo compiuto in direzione di una mobilità di tipo alternativo, all’interno della quale Google e Tesla restano comunque, al momento, in prima fila, se non altro, per via di un approccio alla questione davvero pionieristico.

 

[adrotate banner=”4″]