fbpx
Salute e Benessere
2

Fecondazione assistita e vaccini gratuiti, ecco i nuovi Lea

3 Agosto 2016
1852 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Fecondazione assistita e vaccini gratuiti, ecco i nuovi Lea

Fatta eccezione per necessità di tipo storico e difficili da vagliare, le due principali sfide che coinvolgono il Ministero della Salute nel corso degli ultimi anni riguardano rispettivamente la capacità di proporre incentivi per porre rimedio ad un calo delle nascite divento ormai drammatico e la possibilità di sdoganare i vaccini presso un grande pubblico, sempre più incline a dare ascolto alle sirene del web e sempre più timoroso di aghi e siringhe.

Esattamente come accaduto durante il corso della stagione passata, i nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) si muovono lungo queste due direttrici principali, andando ad includere nel novero dei servizi sanitari gratuiti (o rimborsabili mediante il sistema dei ticket) numerose pratiche relative alla fecondazione assistita e un ampio numero di vaccini, con il chiaro intento di lenire gli oneri economici connessi con le due pratiche in alcune regioni di Italia, derivanti dall’ormai proverbiale balcanizzazione del sistema sanitario nazionale in micro-realtà territoriali da costi più disparati.

nuovileafecondazione_emergeilfuturo

Nel dettaglio, i nuovi Lea prevedono, oltre ad un accesso gratuito alle tecniche di fecondazione artificiale probabilmente in grado di comprendere anche modalità di tipo eterologo (è attualmente in corso una vertenza giudiziaria in merito tra Corte Costituzionale e Regione Lombardia) l’accesso alle vaccinazioni relative a pneumococco, meningococco e varicella liberato dai tradizionali oneri economici e l’estensione della misura profilattica contro il papilloma virus esteso fino alle soglie dell’adolescenza.

Fertilità e vaccini parte, i nuovi Lea vedranno inoltre nuovi fondi destinati alla cura dell’autismo, finalizzati a garantire accesso gratuito a diagnosi e terapie e l’esenzione dal ticket per sei nuove malattie croniche considerate invalidanti, giusto per lasciare qualcosa anche a quell’Italia sanitaria che vive ai margini del calo delle nascite e delle assurde fobie dei vaccini.

[adrotate banner=”6″]