fbpx
Salute e Benessere
1

Radiato medico anti-vaccini a Milano

25 Maggio 2017
1689 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Radiato medico anti-vaccini a Milano

Nonostante le perplessità verso i vaccini in età pediatrica risultino totalmente prive di base scientifica e avulse dalla realtà dei fatti, non esiste alcuna legge che vieta ai privati cittadini di nutrire dubbi in merito alla misure profilattiche infantili e di ritenere, in cuor loro, che l’obbligo vaccinale recentemente introdotto dal Ministero della Salute sia frutto di un sottile complotto ordito per compiacere le case farmaceutiche, le banche, la troika, i rettiliani o gli abitanti di Topolinia.

L’ineludibile libertà personale legata al pensiero poco collima tuttavia con una condizione professionale che impone di deporre assurdità di varia natura per uniformare il proprio pensiero all’evidenza scientifica corrente e a tutte le linee guida emanate dall’Oms, onde impedire che le lucciole scambiate per lanterne si riverberino sulla salute dei bambini.

medico radiato

In un’Italia che ha finalmente deciso di risollevare la copertura vaccinale con le “maniere forti”, l’Ordine dei Medici ha dunque deciso di radiare tutti quei membri che sostengono apertamente tesi anti-vacciniste, con l’intento di prevenire sabotaggi o azioni rivolte a destabilizzare la linea medica ufficiale e a far dunque ripiombare il nostro Paese in quel medioevo sanitario che pare ormai giunto alla conclusione, seppur attraverso l’adozione di metodi non proprio ortodossi.

Per questa ragione, un medico 76enne di Milano non potrà più esercitare la sua professione e considerarsi “medico” nell’accezione legale del termine, a seguito di una lettera indirizzata al Ministero, della quale era uno dei firmatari, che esprimeva perplessità in merito all’obbligo vaccinale.

Mentre il medico in questione parla di clima da caccia alle streghe e la sanzione può effettivamente apparire a primo acchito un po’ eccessiva, un Paese che sta assistendo al ritorno in auge di patologie che sembravano scomparse ha bisogno di tutelare la sua sopravvivenza anche attraverso provvedimenti rivolti ad espellere e radiare chiunque si faccia scudo di un camice per sostenere tesi di fatto insostenibili e di fare in modo che le posizioni anti-vacciniste si trovino relegate alla chaiacchiere da bar in cui son nate, lontano dagli ambulatori e dalla salute dei bambini.

 

[adrotate banner=”5″]