fbpx
Scienza e Tecnologia
Like

Apple: auto elettrica in arrivo?

29 Maggio 2015
1051 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Apple: auto elettrica in arrivo?

La principale sfida che l’intero settore automobilistico si trova ad affrontare agli albori del nuovo millennio non riguarda tanto l’implemento del versante legato alla sicurezza stradale, ormai attestato su livelli più che sufficienti, o l’incremento dei rapporti tra consumi e prestazioni, quanto la capacità di estendere l’autonomia dei motori elettrici fino al punto di poter salutare per sempre petrolio, gasolio, benzina e dispendio energetico come fenomeni destinati ai libri di storia.

Se la grande industria automobilistica, tradizionalmente occupata in tutt’altre faccende, si trova a dover risolvere problematiche legate alla durata delle batterie al litio (o in alluminio) funzionali al processo di riconversione, un insperato aiuto potrebbe arrivare da Apple, azienda che ha generato un numero di batterie tale, durante la sua storia, da poter quasi alimentare una galassia e mezza senza spinotto della ricarica.

I rumors relativi all’ideazione di un auto elettrica a marchio Apple, iniziati un paio di anni fa, si stanno infatti facendo sempre più insistenti e sempre più concreti, legittimati in queste ore dalle parziali ammissioni di Jeff Williams, responsabile Operations di Apple, che ha definito l’automobile come il “device mobile definitivo”, lasciando presagire un deciso intervento della casa nel settore entro breve.

Secondo le indiscrezioni, l’ingresso di Apple nel comparto automobilistico dovrebbe avvenire per gradi ed essere scandito da precise tappe evolutive che prevedono il lancio di un’apposita piattaforma automobilistica, denominata Car Play e il successivo approdo alla creazione di vetture vere e proprie.

In sostanza, Apple vorrebbe prima produrre un sistema mediatico rivolto ad implementare le funzionalità delle vetture esistenti e il loro livello di connessione alla Rete per poi lanciarsi a capofitto nella produzioni di veicoli in serie, rigorosamente elettrici e rigorosamente studiati per porsi a metà strada tra un auto di uso comune e un dispositivo mobile semovente provvisto di ogni diavoleria tecnologica fin qui partorita.

Il progetto segreto (poi non così segreto) di Cupertino dovrebbe chiamarrsi “Progetto Titan” e coinvolgere, almeno in fase inziale, altri costruttori automobilistici, dai quali mutuare componenti e tecnologie poi destinate venire prodotte direttamente da Apple in una seconda fase delle operazioni.

Fine ultimo di Apple sembrerebbe dunque quello di riuscire un giorno a fare concorrenza a Teslae alle poche altre aziende al mondo che hanno avuto la capacità e il coraggio si saltare la tappa ibrida per concentrarsi sul versante elettrico, gettando una nuova sfida a quell’industria automobilistica, perennemente alle prese con durata di batterie e volontà di annoverare il petrolio nei libri di storia.

[adrotate banner=”6″]