fbpx
Scienza e Tecnologia
Like

Samsung supera Apple in quanto a smartphone venduti

30 Aprile 2015
1194 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Samsung supera Apple in quanto a smartphone venduti

Un celebre assunto, colmo di saggezza, insegna che affinché la compravendita relativa alla pelle di un orso vada a buon fine, occorre prima sincerarsi che la nostra preda sia effettivamente defunta, onde evitare di trovarci vittime di una zampata di ritorno in grado di spedire al creatore noi e le nostre mire commerciali.

Dopo aver ballato più volte sulla (fortunatamente) metaforica tomba di Samsung, gli analisti di Cupertino si trovano oggi a fare i conti con una realtà ampiamente imprevista e imprevedibile, che parla di unritorno di fiamma dell’azienda sudcoreana nel cuore dei suoi tradizionali fruitori e di un contro-sorpasso effettuato proprio quando a più parti si pensava alla riconversione della ditta verso altri lidi e altri settori.

Stando ai dati della società Strategy Analytics, pare infatti che Samsung sia tornata in vetta alle classifiche di vendita relative agli smartphone, riprendendo il primato perso per soli tre mesi durante il 2014 e ceduto al temporaneo interregno di Apple in virtù di un’annosa crisi societaria e di strategie commerciali non azzeccatissime

Durante il primo trimestre del 2015 Samsung avrebbe infatti venduto 82,2 milioni di dispositivi, registrando unanetta flessione rispetto ai tempi d’oro (meno 6 milioni di samrtphone), ma andando comunque ad occupare una quota di mercato pari al 24%, più che sufficiente a staccare la diretta rivale, ancorata al 18% con 61,2 milioni di iPhone venduti e a rilanciare le quote del marchio nell’olimpo della tecnologia.

Da segnalare il terzo posto complessivo del gruppo Lenovo-Motorola, recentemente divenuto il primo produttore di pc su scala globale e intenzionato a reclamare la sua parte anche in un mercato relativo a agli smartphone decisamente più soggetta a mode e tendenze estetiche.

Notevole anche la crescita di Huaweii che, grazie a politiche di vendita low cost è riuscita a colonizzare buona parte del mercato africano e a gettare le basi per una futura scalata al vertice, sempre che dalle parti di Pechino siano tanto accorti da porre attenzione ai trend globali di crescita e a non vendere la pelle dell’orso coreano prima che sia effettivamente morto.

[adrotate banner=”6″]