fbpx
Intrattenimento
2

Tippi Hedren: Alfred Hitchcock mi molestava

2 Novembre 2016
1306 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Tippi Hedren: Alfred Hitchcock mi molestava

Candidata ideale a rimpiazzare Grace Kelly sui set e nell’immaginario collettivo, Tippi Hedren vide rapidamente il sogno di diventare la nuova diva di Hollywood sprofondare sotto i colpi di un rapporto morboso con Alfred Hitchcock, suo scopritore e suo carceriere nel momento in cui qualcosa di ancora misterioso si inceppò tra i due e il noto regista decise di tenerla prigioniera di un astuto contratto che impediva alla giovane attrice di cimentarsi con altre produzioni e di uscire da quella sorta di macabra campana di vetro disegnata apposta per lei.

Se il rapporto professionale tra Hitchcok la Hedren risulta ampiamente noto ad ogni latitudine, pare che le rivendicazioni della protagonista de “gli Uccelli” si spingano oggi ben oltre la sfera delle recriminazioni per una carriera stroncata e per le angherie subite, fino a raggiungere autentiche accuse di molestie sessuali, alle quali (e delle quali) ovviamene sir Alfred Hitchcok non potrà rispondere.

hitchcockmolestavahedren_emergeifuturoPremesso che le accuse di soprusi postume lasciano spesso il tempo che trovano, come nel caso di Klaus Kinsky, fatto a pezzi dalle figlie solo dopo il suo trapasso, le parole della Hedren gettano comunque una sorta di un’ombra su un personaggio già di suo alle prese con evidenti problematiche sociali e relazionali e spesso ostracizzato a causa del suo carattere da quella grande industria del cinema al quale deve l’imperitura fama.

All’interno del suo nuovo libro “Tippi: A Memoir”, l’attrice riserva molto spazio al rapporto che ebbe con Hitchock e ad una presunta ossessione che il regista inglese avrebbe avuto per lei e che lo avrebbe condotto in direzione di autentiche molestie, consumate principalmente sul set di Marnie, all’interno del quale sir Alfred aveva fatto collocare una sorta di botola segreta che conduceva in direzione del suo spogliatoio, con tutte le ovvie conseguenze del caso.

Riferendo di numerosi tentati approcci e baci rubati da Hitchcock, la Hedren ripropone inoltre il celeberrimo episodio che prevede il regista intento ad obbligare l’attrice a confrontarsi con uccelli veri, anziché con corrispettivi meccanici, come forma di tortura psicologia e fisica di fronte alle resistenze dell’attrice alle avacnes del regista.

Assumendo per verosimile la tesi che prevede Hitchcock ossessionato da Tippi Herden, non vi è comunque dubbio che anche l’attrice abbia sviluppato a sua volta una sorta di ossessione inversa verso il defunto, dal momento che non parla d’altro ormai da decenni e che pare sempre più imprigionata in quel ruolo di uova Grace Kelly sfumato proprio sul più bello a causa di un rapporto bilateralmente morboso e mai de tutto chiarito.

 

[adrotate banner=”13″]