fbpx
Salute e Benessere
Like

Depressione: l’impronta si trasmette da madre a figlia?

28 gennaio 2016
941 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Depressione: l’impronta si trasmette da madre a figlia?

Sullo sviluppo delle patologie di tipo neurologico, vere o presunte, incide una serie di fattori di natura genetica e ambientale talmente complessa da portare il mondo della ricerca di settore a dividersi in due distinte fazioni che vorrebbero, rispettivamente, la depressione come frutto di traumi e comportamenti errati, oppure come una condizione generata in base ad una data predisposizione cromosomica.

A quest’ultimo paradigma appartengono sicuramente i ricercatori facenti capo all’Università della California, autori di uno studio che parrebbe attestare come la depressione lasci nel patrimonio genetico una sorta di impronta che si trasmette da madre a figlia, ma che non andrebbe tuttavia a coinvolgere la prole in caso di figli maschi.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori californiani hanno raccolto alcuni dati statistici relativi a 35 famiglie in cui si erano riscontrati casi di depressione clinica e hanno potuto constatare come, appunto, le probabilità di sviluppare la sindrome fossero molto più marcate presso el figlie femmine, laddove la madre si era trovata a soffrire dell’identico male.

Procedendo in seguito ad una verifica di tipo biologicomediante impiego di risonanza magnetica, i medici hanno potuto constatare la presenza della sopracitata impronta cerebrale, che procedeva in modo del tutto simile, se non identico, da madre a figlia e che si poneva dunque come conferma empirica della conclusione alla quale la ricerca era giunta in sede statistica.

Sottolineando comunque che il nesso non gode di natura deterministica, lo studio pubblicato sulJournal of Neuroscience si limita a portare alla luce una particolare predisposizione nei confronti della depressione che agisce secondo uno schema, da madre a figlia, ancora tutto da chiarire, data la solita compresenza di un numero infinito di variabili da ricondurre alla sfera delle cause ambientali o a quella dettata dalla genetica.

[adrotate banner=”4″]

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi sapere di più clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi