fbpx
Scienza e Tecnologia
1

Iphone 8 e il mistero degli schermi Oled

23 Dicembre 2016
1195 Visualizzazioni
0 Commenti
3 minutes read
Iphone 8 e il mistero degli schermi Oled

Poco dopo che le misteriosi fonti cinesi, ormai diventate una sorta di oracolo del Web, avevano diffuso la notizia relativa alla creazione di due modelli di iPhone 7s in programma per il 2017, a molti è venuta in mente l’idea che il rivoluzionario progetto legato ad iPhone 8 rappresenti un’impresa troppo complicata per essere portata a termine in breve tempo, persino per quella Apple che ha abituato il mondo alla capacità di dar vita a soluzioni mirabolanti in tempi ristretti.

Le supposte difficoltà alla base degli altrettanto supposti ritardi risiederebbero nella progettazione e nella realizzazione di quegli schermi ricurvi di tipo Oled che dovrebbero trovarsi alla base del dispositivo, andando ad occuparne la quasi totalità della scocca, sul modello proposto da Xiaomi, e a conferirne un aspetto del tutto inedito.

iphone8oled_emergeilfuturo

Se le prime indiscrezioni parlavano di una collaborazione già in essere tra Apple e Sharp che avrebbe dovuto tradursi nella genesi di una tecnologia in grado di dare vita a schermi di nuovissima generazione pronti per il 2017, ora pare che i rumors abbiano cambiato obiettivo e che l’azienda di Cupertino si troverebbe in realtà alle prese con una partnership con la ditta Flexium, oppure, in alternativa, intenta a dare vita ad una produzione di schermi ricurvi basata sull’azienda giapponese Canon Tokki, ma costellata da ritardi e dalla difficoltà di assoggettare i pochi macchinari presenti alle reali esigenze del mercato.

Stando a quanto riporta Bloomberg, di solito piuttosto attendibile in materia di anticipazioni targate Apple, pare infatti che la genesi del modello iPhone 7s, destinato a spezzare l’attesa che separa dall’avveniristico ottavo capitolo della saga, sia proprio da imputarsi al fatto che il nuovo partner giapponese di Apple non disponga attualmente di una quantità di macchinari necessari a soddisfare le ingenti richieste partorite da Cupertino e che la possibilità di assistere alla genesi del dispositivo entro il 2017 risulti vincolata alla capacità nipponica di sopperire alle carenze in ambito funzionale e produttivo.

Probabilmente destinati alla consueta smentita ufficiale della casa o ad un silenzio in grado di portare in dote più di un dubbio, i rumors gettano nuova luce sul già complesso scenario incentrato sulla genesi di iPhone 8 e di quel bizzarro iPhone 7s al quale nessuno credeva prima che l’oracolo cinese ne rivelasse la sua possibile esistenza.

 

[adrotate banner=”4″]