fbpx
Intrattenimento
1

Axl Rose nuovo cantante degli Ac/Dc

18 Aprile 2016
3002 Visualizzazioni
0 Commenti
2 minutes read
Axl Rose nuovo cantante degli Ac/Dc

Accolta da molti fan alla stregua di una catastrofe, la sostituzione del defunto Bon Scott con Brian Johnson si è in realtà rivelata, nel corso degli anni, come un’ottima mossa, in grado di conferire longevità al gruppo senza che il proverbiale marchio di fabbrica andasse irrimediabilmente perduto sotto i colpi di una tragedia umana ancor prima che musicale.

Dato che, anche a 35 anni di distanza dal cambio della guardia, gli Ac/Dc non hanno infatti intenzione di ritirarsi dalle scene e dato che il povero Brian Johnson pare ormai sfiancato da problemi di voce e udito, il gruppo australiano ha ufficialmente annunciato che sarà Axl Rose a chiudere il tour in corso, giungendo dunque ad una volta epocale in cui le ragioni legate al marketing si sommano a quelle squisitamente artistiche.

axlroseacdc_emergeilfuturoIl frontman dei Guns’n’Roses si troverà dunque a trascorrere il 2016 dividendosi tra la reunion della storica band e la nuova esperienza in veste di cantante degli Ac/Dc; doppio ruolo piuttosto complesso, ma senz’altro destinato ad quel ritorno in auge solennemente fallito con la complessa e travagliata genesi di Chinese Democarcy e con gli infiniti tentativi di sostituire Slash e Duff con orde di musicisti decisamente non all’altezza del gravoso compito.

L’operazione che porterà Axl ad esibirsi con gli Ac/dc dovrebbe limitarsi alle date previste dal tour Rock or Bust e concludersi in corrispondenza dell’inizio del tour dei Guns’N’Roses, ma non è escluso che la collaborazione possa trovare una coda nell’immediato futuro e magari tradursi anche nella genesi di un lavoro discografico in caso Brian Jonson non riesca più a ricoprire lo storico ruolo dietro il microfono.

Probabilmente percepita alla stregua di una catastrofe dai fan più duri e puri della band australiana, la vicenda potrebbe in realtà produrre inaspettati spunti artistici, anche se la sola idea di assistere alla sostituzione definitiva di un nuovo cantante negli Ac/Dc appare troppo ardua da sopportare dopo 35 anni di onorato servizio e dopo il tragico lutto di Bon Scott che apparve all’epoca come al fine del gruppo agli occhi di molti.

[adrotate banner=”6″]

Commenti disabilitati